Category: aviation business

Lufthansa offre 250 milioni di euro per parte di Alitalia.

Lufthansa Boeing 747-800 all’aeroporto di Francoforte FRA – © Michele Molinari

Come riportato oggi (martedì 14 novembre) da Reuters, Lufthansa ha offerto 250 milioni di euro per rilevare un centinaio degli aerei della flotta di Alitalia, su un totale attuale di 123, e circa 6.000 dipendenti su un totale di 12.000. La compagnia aerea tedesca non è interessata ai servizi di assistenza a terra ma, una volta acquisita una versione più “snella” della compagnia italo-emiratina e terminata la ristrutturazione, è disposta a raddoppiare l’investimento iniziale e ad assumere parte degli ex-dipendenti. Questa seconda fase dipenderà dagli accordi raggiunti con il Governo italiano e i fornitori, così riporta Il Messaggero.

Lufthansa vorrebbe usare Roma Fiumicino come hub addizionale nel suo gruppo per offrire connessioni intercontinentali transatlantiche verso il Nord e Sud America, mentre gli aeroporti di Milano Linate e Malpensa entrerebbero in un network point-to-point e come feeder di FCO.

Giovedì 16 novembre è previsto un incontro tra i tre commissari che hanno in gestione Alitalia e rappresentanti di Lufthansa e del suo braccio italiano Air Dolomiti.

I sette offerenti, tra i quali si sa esserci anche easyJet, hanno tempo sino al 30 aprile 2018 per perfezionare le loro offerte.

Nei 70 anni di vita Alitalia ha raramente raggiunto il nero in bilancio, ma era un fiore all’occhiello dell’Italia del boom economico al punto di volare sui 6 continenti ed esibire sia negli uffici aperti al pubblico che appese a bordo autentiche opere d’arte.

Anche se il Governo italiano ha chiarito di non essere intenzionato a rinazionalizzare la compagnia, la perdita di migliaia di posti di lavoro è un argomento estremamente sensibile soprattutto nella prospettiva di una legislatura ormai agli sgoccioli e quindi di elezioni previste nella prima metà del 2018.

.

Comunicato Stampa emesso da Alitalia nel tardo pomeriggio di giovedì 16 novembre:


 

Roma, 16 novembre 2017 – I commissari straordinari di Alitalia – Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari – hanno incontrato oggi una delegazione di Lufthansa. Il confronto si inserisce nel normale quadro di incontri che i Commissari stanno avendo con tutti i soggetti che abbiano manifestato interesse per l’acquisizione delle attività aziendali facenti capo ad Alitalia.

Si precisa che le indiscrezioni trapelate in questi giorni su alcuni organi di stampa su presunti dettagli relativi all’offerta presentata da Lufthansa sono da ritenersi privi di fondamento.

I commissari straordinari proseguiranno il confronto con tutti i soggetti interessati con l’obiettivo di trovare la soluzione migliore per il futuro della Compagnia.

 

Qatar Airways acquisisce il 9,6% delle azioni di Cathay Pacific.

Qatar Airways Airbus A380

Senza fanfara ma con passo costante, Qatar Airways continua l’acquisizione di capitale sociale di diverse compagnie aeree. È ora la volta di Cathay Pacific, vettore di Hong Kong, del quale la compagnia qatariota ha acquisito il 9,61% del totale del capitale sociale emesso, in soldoni 378.188.000 azioni per la cifra di 662 milioni di dollari. Le motivazioni dell’operazione, secondo il CEO di QR Al Baker, si trovano ne “l’enorme potenziale di crescita di Cathay Pacific e il suo apprezzamento in tutto il settore”. Ma vi è pure la possibilità di penetrare nel mercato cinese e dell’Estremo Oriente, finora ai margini del network di QR. A completamento dell’operazione Qatar sarà per grandezza il terzo azionista di Cathay.

IATA, International Air Transport Association, prevede che nel 2036 i passeggeri raddoppieranno la cifra attuale per raggiungere i 7,8 miliardi, e che più della metà della crescita sarà nell’area Asia Pacifico.

Cathay Pacific Boeing 777ER in volo su Hong Kong

Cathay Airways ha chiuso il primo semestre dell’anno con la peggiore perdita negli ultimi due decenni e dell’82% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, stretta com’è tra la concorrenza di Emirates ed Etihad nel settore premium e le low cost cinesi per quanto riguarda il mercato basic. CX ha recentemente annunciato un piano triennale di riduzione del personale e dei costi e purtroppo non si aspetta un ritorno economico in tempi brevi.

Qatar Airways, dal canto suo, sta soffrendo il blocco dello spazio aereo imposto da un gruppo di Paesi arabi guidati dall’Arabia Saudita che ne ha forzato la ridistribuzione della flotta e la modifica di quasi tutte le rotte.

Qatar Airways detiene altri pacchetti azionari di compagnie aeree, tutte parte di oneworld: 20% di IAG International Airlines Group, 10% di LATAM, 49% di Meridiana.

 

 

Lufthansa scopre parte della strategia per una nuova Alitalia.

Lufthansa scopre parte della strategia per una nuova Alitalia

Parlando alla presentazione del risultati per il terzo trimestre 2017 del Lufthansa Group, il CEO Carsten Spohr ha anticipato che, nel caso in cui il Gruppo da lui presieduto dovesse riuscire nell’acquisizione di una parte di Alitalia, vi è l’intenzione di trasformare Roma Fiumicino nel loro quinto hub continentale, mentre la consociata low-cost Eurowings potrebbe sostituire AZ negli aeroporti focus di Milano Linate e Milano Malpensa.

Delle proposte presentate ai tre commissari che amministrano al momento la compagnia italo-emiratina non si sa nulla con certezza, ma si vocifera con insistenza che Lufthansa sarebbe più interessata alle rotte di lungo raggio, mentre pare che easyJet vorrebbe acquistare quelle di corto e medio raggio. Con quest’ultima affermazione Spohr non sembrerebbe però intenzionato a lasciare in altre mani tutta la ricca torta del trasporto locale e continentale dalla Penisola.

Chiunque uscirà vincitore dalle offerte è plausibile abbia condizionato la disponibilità al considerevole esborso economico solo a fronte di una importante riduzione del personale della attuale Alitalia, per questo è probabile che nessuna decisione verrà presa prima dell’insediamento del nuovo Governo, qualunque esso sia, quindi almeno prima della primavera 2018.

Gli altri hub di Lufthansa Group sono: Francoforte FRA e Monaco MUC per Lufthansa, Zurigo ZRH per Swiss, Vienna VIE per Austrian Airlines.

airberlin dichiara bancarotta.

  La strategia espansiva di Etihad, fatta di acquisizioni di partecipazioni in diverse compagnie aeree, perde un altro pezzo. Dopo Alitalia, entrata in amministrazione controllata in data 2 maggio, è ora la volta di airberlin. Nel giorno di Ferragosto, che…