Tag: Dubai DXB

Come evitare di ammalarsi quando si vola.

quando possibile tenetevi a distanza da un passeggero con sintomi di infezione

Alla fine del mese di agosto 4 passeggeri hanno contratto il morbillo volando Southwest Airlines all’aeroporto di Houston. Qualche giorno più tardi una dozzina di passeggeri, a bordo di due voli American Airlines tra l’Europa e Filadefia, hanno sviluppato sintomi di influenza. Gli stessi sintomi che si sono palesati in oltre un centinaio di passeggeri del volo Emirates 203 tra Dubai e New York, con a bordo almeno 521 passeggeri distribuiti su due ponti; tutti i passeggeri sono stati esaminati e molti ospedalizzati e posti sotto quarantena all’arrivo all’aeroporto JFK.

Va comunque considerato che il periodo di incubazione di malattie trasmesse per via aerea è di giorni e non ore quindi, presumibilmente, la maggior parte delle persone che hanno manifestato sintomi in volo sono salite a bordo già infettate.

Molti dei passeggeri a bordo del volo EK203 erano di ritorno dal pellegrinaggio Hajj alla Mecca, dove si sa c’è stata una epidemia di influenza.

Con le moderne tecnologie di ricircolo e filtrazione dell’aria a bordo degli aerei, infatti, le possibilità di contrarre una infezione mentre si vola sono pari a quelle che si hanno in spazi ristretti e affollati come posti di lavoro, sale di cinema o di assemblea, mezzi di trasporto, etc.

Grazie ai filtri HEPA, high-efficiency particulate absorber, e al ricircolo di aria miscelata al 50% proveniente dall’esterno e al 50% filtrata, la IATA International Air Transport Association, considera che l’aria erogata all’interno di un velivolo sia praticamente sterile e senza particelle.

Com’è possibile, allora, infettarsi mentre si vola. Sempre rimanendo nel campo delle malattie trasmesse per via aerea, l’infezione diventa più probabile quando si entri in diretto contatto con una gocciolina, tossita o sternutita, e quindi nei pressi di un passeggero infetto.

Questi sono i suggerimenti per ridurre le probabilità di infezione la prossima volta che siete a bordo:

  • Tenetevi ad almeno 1 metro di distanza da chi tossisce o sternutisce. Se ci sono posti liberi chiedete al personale di bordo di cambiarvi di sedile, in caso contrario coprite naso e bocca e respirate attraverso un fazzoletto.
  • Toccate il meno possibile parti comuni: poggiabraccia, tasti e leve, schermo e schienale di fronte, rivista di bordo, porta delle toilette e rubinetti. Lavatevi le mani il più frequentemente possibile e sicuramente prima dei pasti.
  • Evitate di toccarvi frequentemente il viso dato che i batteri possono entrare attraverso la bocca, il naso e gli occhi.
  • Scegliete solo cibo ben cotto e cucinato di recente, bibite in bottiglia.
  • Per il bene vostro e degli altri: non viaggiate se ammalati.

Emirates e Trenitalia viaggiano in codeshare.

i treni Frecciarossa1000 possono raggiungere i 300km/h, qui alla stazione di Roma Termini XRJ

Dall’inizio del mese di agosto è possibile organizzare un viaggio treno+aereo, o viceversa, con le Frecce di Trenitalia e gli Airbus A380 o i Boeing 777 di Emirates.

Il biglietto combinato parte dalla ricerca dei voli sul sito di Emirates, e deve considerare le sigle delle 27 stazioni italiane incluse nell’accordo. Si amplia in questo modo sia il network di Trenitalia che quello di Emirates, permettendo ai passeggeri delle due compagnie di mantenere l’itinerario completo sullo stesso biglietto, e quindi di avvalersi dell’assistenza dell’una o dell’altra nel caso di inconvenienti dovuti, ad esempio, a ritardi e/o cancellazioni di una o più tratte.

esempio di viaggio treno + aereo: la ricerca di un viaggio tra Verona e New York combina le tratte Trenitalia + Emirates; il trasferimento tra la stazione di Milano Centrale e l’aeroporto di Milano Malpensa è a carico del viaggiatore sia per i costi che per l’organizzazione

I trasferimenti tra i due mezzi di trasporto, treno ed aereo, tra la stazione dei treni e l’aeroporto, rimangono a carico del viaggiatore sia per quanto riguarda l’organizzazione che i costi. Così allo stesso modo il trasporto del bagaglio.

Ogni stazione italiana, come gli aeroporti, è indicata da una sigla di 3 lettere. Nella tabella sono indicate le 27 stazioni incluse nell’accordo.

BAU - Bari CentraleFOI - FoggiaXRJ - Roma Termini
IBT - Bologna CentraleLTZ - Lamezia Terme CentraleIRT - Roma Tiburtina
BZQ - Bolzano BozenLCZ - LecceISR - Salerno
BRZ - BresciaXIK - Milano CentraleTPY - Torino Porta Nuova
BQD - BrindisiIPR - Milano Porta GaribaldiITT - Torino Porta Susa
CTJ - CasertaIMR - Milano RogoredoXVY - Venezia Mestre
FIR - Firenze Campo di MarteINP - Napoli CentraleXVQ - Venezia S. Lucia
ZMS - Firenze S. M. NovellaQPA - PadovaXIX - Verona Porta Nuova
FCO - Fiumicino AeroportoRCC - Reggio Calabria CentraleVNZ - Vicenza

Emirates al momento effettua 8 voli giornalieri dal suo hub all’aeroporto di Dubai DXB verso 4 città italiane: Bologna (1 volo al giorno con Boeing B777), Milano Malpensa (1 con B777, 2 con Airbus A380), Roma Fiumicino (1 con A380, 2 con B777, Venezia (1 con B777); da Milano Malpensa effettua pure un volo giornaliero con A380 verso New York JFK. Emirates è il più grande vettore extraeuropeo operante in Italia con 1,6 milioni di passeggeri annui.

Grazie all’accordo con Trenitalia Emirates porta a 4 i codeshare con compagnie aeree, gli altri 3 sono con: SNCF (Francia), DB (Germania), ÖBB (Austria).

Airbus A380