Bergamo BGY: la base delle low cost.

bgy-piccola-fb120312-1 (1)Cuore pulsante del mondo low cost in Italia, l’aeroporto di Bergamo BGY è da diversi anni in crescita continua sia per quanto riguarda il numero di passeggeri, quasi 9 milioni nel 2012 cifra che lo posiziona al 4° posto nella Penisola, che per movimenti, oltre 74.000 nello stesso anno.

La struttura, stretta tra le due piste e l’autostrada A4, sembra a volte soffrire la grande massa di viaggiatori dato che l’aeroporto è sempre affollato, anche se i servizi a terra e le procedure d’imbarco sono estremamente efficienti.

L’ingresso in aeroporto e la visione delle lunghe file ai controlli è spesso sconsolante. Per ridurre i tempi di attesa è stata attivata una corsia preferenziale a pagamento: FastTrack; i passaggi possono essere acquistati in aeroporto a 7€ l’uno, o su internet a 5€ l’uno, carnet di 10 ingressi per 35€.

L’area shopping e ristorazione del piano superiore, recentemente rinnovata, è un’oasi di tranquillità, peccato che la vista delle grandi finestre sia sul traffico dell’autostrada piuttosto che sulle piste, le montagne e la città di Bergamo.

Tra le compagnie aeree presenti Ryanair la fa da assoluta padrona con 80 destinazioni. La compagnia identifica l’aeroporto come Milano Bergamo, per non smentire la propria policy di chiamare spesso gli aeroporti con nomi di città anche molto lontane; queste destinazioni sono quelle che in gergo vengono indicate come “Stocazzenburg”.  Tra le altre compagnie operanti sullo scalo ci sono pure Air Arabia Maroc, Meridiana e Wizz Air.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *