Tag: Milano MXP

Nuova destinazione e più frequenze per Alitalia: Malé e San Paolo.

Alitalia Boeing 777 all’aeroporto di San Paolo GRU – © Tiago Deivid Brito /planespotters.net

Nonostante il commissariamento e il controllo pressoché nullo sul proprio futuro, verrà rilanciata o chiusa, venduta intera o a spezzatino, Alitalia continua a programmare nuove rotte per la stagione invernale 2017-18.

Dopo l’annuncio che il 31 ottobre verrà inaugurato il nuovo volo verso le isole Maldive Roma FCO – Malé MLE (AZ776/AZ777, 3 voli la settimana, partenze martedì, venerdì e sabato, ritorno il giorno successivo), ecco la volta dell’aumento di frequenza verso la capitale finanziaria e più popolosa città del Brasile: San Paolo.

AZ porterà i voli su GRU da 7 a 10 settimanali, con un incremento del 42% di posti sulla rotta, e un totale di voli verso il Brasile di 17: 10 a San Paolo GRU e 7 a Rio de Janeiro GIG. Dalle due città i passeggeri di Alitalia potranno avvantaggiarsi degli accordi con Avianca, Gol e LATAM per raggiungere numerose destinazioni locali.

Il nuovo volo AZ678/AZ679 verrà inaugurato il 9 novembre e, a differenza dell’attuale volo che è notturno sia all’andata che al ritorno, la tratta verso il Brasile verrà volata di giorno. L’andata, e il ritorno, sono previsti di lunedì, giovedì e domenica, ma l’arrivo a Roma è per il giorno successivo.

Con l’aumentata frequenza verso GRU AZ porta a 68 gli operativi settimanali da e verso l’America Latina; le altre destinazioni sono: Buenos Aires EZE, Città del Messico MEX, La Havana HAV, Santiago del Cile SCL e Rio de Janeiro GIG.

vista aerea dell’aeroporto di Malé: una pista in asfalto e 4 piste d’acqua

Alitalia non è l’unica compagnia a volare senza scali dall’Italia verso le isole Maldive, già lo fanno Meridiana da Roma FCO e Milano MXP, e Neos da Roma FCO, Milano MXP, Verona VRN.

L’aeroporto di Malé, che si trova ad una altezza di soli 2 metri sul livello del mare, ha la particolarità di possedere, oltre ad una pista in asfalto, anche ben 4 piste di acqua per idrovolanti.

TAP e le rotte Transatlantiche.

TAP A340 all'aeroporto di Lisbona LIS

TAP A340 all’aeroporto di Lisbona LIS

Relegata per anni ai margini dell’elenco delle compagnie aeree europee con le quali valesse la pena volare, TAP Transportes Aéreos Portugueses sembra essere tornata a nuova vita.

Il novembre dello scorso anno l’Atlantic Gateway Consortium, capitanato da David Neeleman, il proprietario di Azul, aerolinea brasiliana di grande successo e fondatore di JetBlue, ha comprato il 45% di TAP, 50% resta in mano al Governo portoghese, mentre il restante 5% è di proprietà di collaboratori e dipendenti della compagnia.

Neeleman, che si è messo nella cabina di comando assieme all’imprenditore portoghese Humberto Pedrosa, sta tirando la compagnia fuori dall’anonimato e ne vuole fare un nuovo ponte tra l’Europa e il Nordamerica, e tra l’Europa e il Brasile.

la nuova business class TAP a bordo di Airbus A330 ha disposizione 2+2+1, tutti i sedili reclinano in posizione completamente orizzontale

la nuova business class di TAP a bordo di Airbus A330 ha disposizione 2+2+1, tutti i sedili reclinano in posizione completamente orizzontale

TAP offre tariffe concorrenziali sia in classe economica che in business, in quest’ultima classe su alcuni degli Airbus A340 e presto su tutta la flotta di Airbus A330 i sedili reclinano in lettini completamente orizzontali, e sui voli a lunga percorrenza offre stopover di 24, 48 o 72 ore (una, due o tre notti) a Lisbona o Porto con prezzi agevolati negli hotel. Ben 14 Airbus A321LR, long range, sono stati ordinati ed entreranno in servizio nel 2019.

A bordo degli Airbus A332 che volano verso Boston e New York JFK è presente anche la classe  Economy Plus, e per questa è possibile acquistare un upgrade last minute, entro 72 ore dalla partenza, per soli 65$ a tratta.

La quasi totalità dei voli passa per l’hub di Lisbona LIS. In Italia TAP vola su Roma FCO, Milano LIN e MXP, Venezia VCE e Bologna BLQ; negli USA su Boston BOS, New York JFK e EWR, Miami MIA. Questa è la mappa delle destinazioni.

Numerosi sono i codeshare che negli USA, con JetBlue, e in Brasile, con Azul, aumentano il numero delle destinazioni finali. TAP è parte di Star Alliance, ed ha pure numerosi codeshare con Alitalia, ma limitati solo alle destinazioni tra i due Paesi.

Qatar Airways vuole il 49% di Meridiana.

A cavallo tra gennaio e febbraio è stato firmato un Memorandum of Understanding, memorandum d’intesa, tra Alisarda, che controlla interamente Meridiana e l’aeroporto di Olbia, e Qatar Airways che prevede l’acquisto da parte di quest’ultima del 49% della compagnia aerea…