Tag: Bologna BLQ

La low-cost Norwegian Air Shuttle volerà da Roma FCO verso gli USA.

Norwegian Air Shuttle Boeing 787-8 Dreamliner

Con grande fanfara, e rimbalzato su tutti i giornali e i siti, Norwegian Air Shuttle ha annunciato il collegamento diretto da Roma Fiumicino FCO agli aeroporti nordamericani di New York Newark EWR e Los Angeles LAX, dal 9 novembre 2017, e Oakland OAK, sulla costa est della baia di San Francisco, dal 6 febbraio 2018.

Inizialmente sono previsti 4 collegamenti alla settimana verso EWR e 2 verso LAX, mentre con l’entrata in servizio di un secondo aeromobile da febbraio 2018 la frequenza verrà portata a 6 e 3 voli rispettivamente. La compagnia effettuerà i collegamenti con 2 Boeing 787-8 Dreamliner di stanza a FCO.

La nota estremamente positiva sbandierata da Norwegian, sulla quale molti media hanno spinto, è il prezzo comunicato: €179 a tratta verso New York e €199 a tratta verso le due destinazioni californiane. Così bello da non sembrare vero, così che, per verificare, mi sono messo alla ricerca di un volo di andata e ritorno da Roma per New York e ho scoperto che …

Ho scelto la prima metà di gennaio, partenza lunedì 8 e ritorno lunedì 15 gennaio 2018, siamo a giugno, lo so, ma magari sono uno con un calendario organizzato. Ho evitato i giorni con i prezzi più alti (ci sono giorni nei quali l’andata costa €239,90) e mi sono limitato a una settimana di permanenza. In tariffa LowFare ho trovato andata a €179,90 ahi ahi, abbiamo già sforato, e ritorno a €199,90; di meno non ce n’è per tutto il mese. La tariffa indicata comprende esclusivamente il posto a sedere non assegnato … il che significa che se viaggiate da soli di sicuro vi mettono nelle file centrali o in fondo all’aereo vicino ai bagni e se siete in compagnia facilmente vi separano e finite comunque per viaggiare da soli. Non è incluso il bagaglio in stiva, solo uno a mano del peso di 10kg, e non si vede l’ombra nè di panini nè di bibite. Ok, magari mi piace viaggiare leggermente più comodo: scelgo la tariffa LowFare+ (Plus) che mi concede la scelta del posto a bordo, un bagaglio in stiva di massimo 20kg, il menù Nice&Tasty (!), il tutto per altri €70 a tratta; se avessi scelto i servizi separatamente avrei pagato in più €105 a tratta, così mi spiega con enfasi il sito, peraltro pieno zeppo di errori di battitura come Sazio per le gambe e Bagaglio regsistrato. Nessuna delle due tariffe prevede la possibilità di rimborso, e le modifiche di data incorrono in una penale.

A questo punto il costo è di: andata €249,90 + ritorno €269,90 = totale €519,80. Non molto, ma un prezzo allineato con il mercato, nulla di che.

Poi mi sono collegato al sito di Alitalia per verificare i loro prezzi. Per le stesse date la tariffa più scontata è già esaurita, urca! NY tira sempre. Provo il giorno successivo 9 gennaio – 16 gennaio 2018, e con la tariffa EconomyPromo trovo: andata €298,65 + ritorno €250,69 = totale €549,34. La tariffa comprende il bagaglio a mano di 8kg massimo, il bagaglio in stiva di 23kg massimo, bevande pasti e snack, scelta del posto, accredito miglia sul conto del programma MilleMiglia, mentre non è consentito il cambio di prenotazione né il rimborso.

In definitiva: €30 di differenza. Più o meno il costo del trasferimento dall’aeroporto di Newark a Manhattan; con AZ e atterrando a JFK bastano $2,50 della subway. E allora, tutto questo schiamazzo come si giustifica?

Abbiamo visto che Norwegian parte da Roma, ma nel caso in cui non vivessi nella Capitale bensì in altre parti d’Italia, come ci arrivo a Fiumicino? In treno, forse, ma sai che sbattimento poi per andare in aeroporto. Allora ci vado in aereo. Norwegian non ha voli nazionali per cui, con qualsiasi altra compagnia ci arrivi, una volta a Fiumicino devo ritirare i bagagli e poi rimettermi in fila per il check-in, senza contare che, avendo le tratte (nazionale e internazionale) su biglietti separati, se il primo volo è in ritardo e perdo la connessione … beh, ho perso anche il volo e il diritto ad essere portato a destinazione a New York. E così pure al ritorno.

Va bene, ho capito, vediamo i costi dei voli da, ad esempio, Bologna e Catania per New York con Alitalia in tariffa EconomyPromo, date 9-16 gennaio 2018. Bologna: andata €201,46 + ritorno €183,01 = €384,47. Catania: andata €323,42 + ritorno €304,01 = €627,43.

Simili tariffe e offerte di classe da Bologna con KLM, British Airways, airberlin, Lufthansa; da Catania con Air France, con Turkish Airlines ci vogliono €150 in più, con altre compagnie come KLM e Air Europa sono necessari 2 scali. Dove c’è più offerta minori sono i prezzi, e da Bologna Norwegian ci rimane veramente con un palmo di naso!

In conclusione, e in ordine: – se vivete a Roma, non vi importa della scelta del posto, viaggiate solo con un bagaglio a mano e il cestino da picnic, allora Norwegian vi conviene – In tutti gli altri casi scegliete la compagnia che più vi aggrada che andate bene comunque.

Se da Roma per i prezzi c’è poca differenza tra AZ e DY, mentre abbiamo visto come da alcune città di partenza Alitalia batta decisamente Norwegian (il Centro Nord è generalmente più a buon mercato che il Sud e le Isole), la differenza sostanziale è però nell’età degli aeromobili: quelli di Norwegian sono nuovi. Per quanto riguarda il comfort a bordo la disposizione e dimensione dei sedili è simile: Alitalia vola con Airbus A330 che offrono 219 sedili con disposizione 2-4-2, 31in di pitch e 17in di larghezza in classe economica; 17 sedili con disposizione 2-3-2, 38in di pitch e 19 di larghezza in classe premium; 20 sedili che reclinano completamente orizzontali con disposizione 1-2-1, 44in di pitch e 21in di larghezza in classe business. Norwegian opera i collegamenti con Boeing 787-8 nuovissimi con 259 sedili con disposizione 3-3-3, 31in di pitch e 17in di larghezza in classe economica; 32 sedili con disposizione 2-4-2, 46in di pitch e 19in di larghezza in classe premium.

Molti affermano che Alitalia risentirà pesantemente per l’entrata in campo di Norwegian. A mio parere, invece, non molto; in definitiva si tratta di concorrenza allineata alle tariffe di mercato. Non dimentichiamo, inoltre, che il margine di guadagno delle compagnie aeree non sta in pochi biglietti di classe economica svenduti con tariffe all’osso e sbandierati come specchietti per le allodole, bensì nelle più lucrose tariffe premium quali, ad esempio e nel caso specifico di DY e AZ, Premium Economy, per entrambe, e Business Class solo sugli aeromobili AZ. Norwegian, sempre nelle date considerate, vende la classe premium con servizi e tariffe comparabili (da €470 a poco meno di €600 a tratta) a quelle messe in vendita da Alitalia.

TAP e le rotte Transatlantiche.

TAP A340 all'aeroporto di Lisbona LIS

TAP A340 all’aeroporto di Lisbona LIS

Relegata per anni ai margini dell’elenco delle compagnie aeree europee con le quali valesse la pena volare, TAP Transportes Aéreos Portugueses sembra essere tornata a nuova vita.

Il novembre dello scorso anno l’Atlantic Gateway Consortium, capitanato da David Neeleman, il proprietario di Azul, aerolinea brasiliana di grande successo e fondatore di JetBlue, ha comprato il 45% di TAP, 50% resta in mano al Governo portoghese, mentre il restante 5% è di proprietà di collaboratori e dipendenti della compagnia.

Neeleman, che si è messo nella cabina di comando assieme all’imprenditore portoghese Humberto Pedrosa, sta tirando la compagnia fuori dall’anonimato e ne vuole fare un nuovo ponte tra l’Europa e il Nordamerica, e tra l’Europa e il Brasile.

la nuova business class TAP a bordo di Airbus A330 ha disposizione 2+2+1, tutti i sedili reclinano in posizione completamente orizzontale

la nuova business class di TAP a bordo di Airbus A330 ha disposizione 2+2+1, tutti i sedili reclinano in posizione completamente orizzontale

TAP offre tariffe concorrenziali sia in classe economica che in business, in quest’ultima classe su alcuni degli Airbus A340 e presto su tutta la flotta di Airbus A330 i sedili reclinano in lettini completamente orizzontali, e sui voli a lunga percorrenza offre stopover di 24, 48 o 72 ore (una, due o tre notti) a Lisbona o Porto con prezzi agevolati negli hotel. Ben 14 Airbus A321LR, long range, sono stati ordinati ed entreranno in servizio nel 2019.

A bordo degli Airbus A332 che volano verso Boston e New York JFK è presente anche la classe  Economy Plus, e per questa è possibile acquistare un upgrade last minute, entro 72 ore dalla partenza, per soli 65$ a tratta.

La quasi totalità dei voli passa per l’hub di Lisbona LIS. In Italia TAP vola su Roma FCO, Milano LIN e MXP, Venezia VCE e Bologna BLQ; negli USA su Boston BOS, New York JFK e EWR, Miami MIA. Questa è la mappa delle destinazioni.

Numerosi sono i codeshare che negli USA, con JetBlue, e in Brasile, con Azul, aumentano il numero delle destinazioni finali. TAP è parte di Star Alliance, ed ha pure numerosi codeshare con Alitalia, ma limitati solo alle destinazioni tra i due Paesi.

Un nuovo hub per Alitalia, dove?

L’annus horribilis di Roma FCO sembra non avere fine. All’incendio nel Terminal 3 il 7 maggio scorso, di per sé ancora inspiegabile, è seguito l’incendio, probabilmente doloso, alla pineta limitrofa nella giornata di ieri. Oggi, a neppure 24 ore dal…