Retro is the new chic.

Qantas books

L’intrattenimento a bordo fa parte dell’attenzione che le compagnie dedicano ai viaggiatori. Qantas, per celebrare l’apertura di nuove rotte e la partnership con Emirates sulla Kangaroo Route, ha deciso di andare in controtendenza rispetto alla estrema digitalizzazione dei passatempo offerti: non una selezione più ampia di film, sit-com o brani musicali, già numerosa; non uno schermo più grande, già generoso nelle dimensioni; ma bensì un libro, di carta, da sfogliare. O meglio, una collezione di 10 titoli raccolta in un cofanetto, dall’horror alla saggistica, dalla storia alla satira, ideati e creati con l’idea che possano leggersi per intero in un viaggio. Stories for Every Journey nasce dalla collaborazione dei creativi di Droga5 con la casa editrice Hachette e il designer Paul Bedford che ne ha curato la veste grafica. Leggere è un piacere, anche se in questo caso è stato riservato ai più fedeli frequent flyers di Qantas, ai quali la compagnia ha fatto regalo del cofanetto. Libri stampati, spediti per posta! … come ai vecchi tempi.

.

Onboard entertainment is part of airlines’ dedication to passengers. Qantas, in order to celebrate the new partnership with Emirates along the Kangaroo Route, decided to add something new, or maybe old, to their offer. Here comes Stories from Every Journey, a 10 books collection created by Droga5 along with Hachette and designer Paul Bedford. Horror, fiction, non fiction, poetry, etc. a book for every taste, and every flight … a physical book, one that you can touch and pass along to friends. But not all of them: edition is reserved to top tier Qantas’ frequent flyers.

3 comments for “Retro is the new chic.

  1. June 5, 2013 at 10:50 pm

    un off topic: Sembra che le partnership bilaterali stiano lentamente sostituendo le alleanze di cui fanno parte le compagnie aeree. Questa almeno è un’impressione mia…

    • June 6, 2013 at 6:11 am

      forse off topic ma molto attuale 🙂
      anch’io vedo il sorgere di accordi mirati che vanno sostituendo i grandi network globali … torneremo alla moltitudine di tessere dei programmi frequent flyer?

  2. ctams46
    June 6, 2013 at 2:03 pm

    Spero proprio di no.. Secondo me sono programmi che non possono più funzionare nell’attuale mercato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *