Qatar Airways vuole il 49% di Meridiana.

IG

McDonnell Douglas MD-82 a Roma FCO

A cavallo tra gennaio e febbraio è stato firmato un Memorandum of Understanding, memorandum d’intesa, tra Alisarda, che controlla interamente Meridiana e l’aeroporto di Olbia, e Qatar Airways che prevede l’acquisto da parte di quest’ultima del 49% della compagnia aerea italiana.

Entro il 20 febbraio il Governo italiano intende incontrare i sindacati mentre le due compagnie trattano il nodo esuberi e la riorganizzazione di Meridiana IG e della controllata Air Italy I9. Sembra che i qatarioti preferiscano che I9 inglobi IG, per via dei costi e dei contratti che la prima porterebbe in dote, mentre per i tagli di personale le cifre che circolano sono inferiori al migliaio, ma per ora sono solo speculazioni.

Quello che sembra più accreditato è che QR vorrebbe mantenere l’utilizzo della divisione cargo a Milano MXP e avrebbe chiesto più slot su Pisa, Torino e Venezia.

L’accordo dovrebbe completarsi entro giugno, quando terminerà la cassa integrazione per 1300 dei 1800 dipendenti del gruppo.

Sulla bozza di progetto c’è il via libera del Ministero dello Sviluppo economico, mentre quello dei Trasporti non si è ancora dichiarato, e si prevede non lo farà sino alla presentazione del piano industriale.

Meridiana – Air Italy ha una flotta male assortita di 19 vecchi apparecchi, alcuni hanno quasi 30 anni di vita, e opera un mix di charter e voli di linea che raramente soddisfano i passeggeri per il servizio di bordo. Si tratta quindi dell’ultima spiaggia per la compagnia nata nel 1963 come Alisarda, rinominata Meridiana nel 1991, e che non è più riuscita a riprendersi dalla contrazione che il trasporto aereo mondiale ha sofferto dopo i fatti dell’11 settembre 2001.

Si comprende come l’interesse di Qatar Airways, di assoluta proprietà del Governo del Qatar e che nel 2015 ha comprato per 1,7 miliardi di dollari il 10% di IAG, che controlla British Airways a Iberia, sia quasi esclusivamente rivolto alla possibilità di mettere un piede nel ricco e molto competitivo mercato europeo controllando, di fatto, una compagnia in saldo ma con un buon archivio di slot.

Il mercato del trasporto aereo civile in Italia è terra di conquista; continuiamo ad essere ottimi artigiani ma abbiamo perso lo spirito dei viaggiatori. Alitalia sembra sulla buona strada dopo che i comandi li ha praticamente assunti Etihad, mentre possiamo solo sperare che anche Meridiana imbocchi il giusto cammino. Si vedrà dopo il decollo.

.

18 febbraio

Il numero degli esuberi pare fissato a 900, cifra generosa rispetto a quanto avevano indicato altre compagnie interessate all’acquisto. Ci sono margini di riduzione, ma tutto dipende dall’accordo con Qatar Airways e dal piano industriale: l’utilizzo del part time, la mobilità volontaria, lo sviluppo dell’attività cargo, la disponibilità di QR ad assumere personale, etc.

La vertenza è già avviata, e il 29 febbraio il ministro per lo Sviluppo Economico, Federica Guidi, sarà a Doha, Qatar, con la speranza che la strada sia in discesa.

source: Il Sole 24 Ore

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *