Qantas prima per sicurezza.

QF tails

Da 3 anni a questa parte, cioè da quando il sito AirlineRating.com è stato fondato, Qantas risulta essere la compagnia aerea più sicura. Il vettore australiano ha inoltre un record di zero fatalità dall’inizio dell’era dei jet.

Anche AirlineRatings.com è australiano, nazionalità che non vi pone necessariamente al sicuro dato che sul continente, e nelle sue acque, vivono alcune delle specie animali più mortali del pianeta, ma, se non altro, vi garantisce un sufficientemente alto livello di professionalità e serietà.

Il sito prende in esame diversi fattori, a parte la bandiera di appartenenza (!), quali il numero di fatalità e controlli e verifiche da parte di agenzie private e governative, il tutto soppesato con la storia di incidenti e il livello di operatività delle diverse compagnie.

Solo una viene incoronata la Più Sicura Dell’Anno, e come abbiamo già detto per il 2016 si tratta di Qantas, per tutte le altre vengono nominate, in ordine alfabetico, le top 20. Eccole: Air New Zealand, Alaska Airlines, All Nippon Airways, American Airlines, Cathay Pacific, Emirates, Etihad Airways, EVA Air, Finnair, Hawaiian Airlines, JAL Japan Airlines, KLM, Lufthansa, Scandinavian Airlines System, Singapore Airlines, Swiss, United Airlines, Virgin Atlantic e Virgin Australia.

Sono state esaminate anche le compagnie aeree low-cost, in questo caso il fattore discriminante per potere accedere alla selezione è che abbiano un eccellente safety record e rispettino le ferree regole della Air Transport Association Operational Safety Audit IOSA. È interessante notare come nessuna delle LCC più conosciute nei nostri cieli entri nelle prime 10; ecco le europee: Air Lingus, Flybe, Thomas Cook, TUI Fly.

Molti di noi ricordano i principali disastri aerei accaduti lo scorso anno, su tutti lo schianto volontario del volo germanwings e l’esplosione del velivolo Metrojet sui cieli del Sinai, il 2015 è stato però l’anno con meno incidenti e fatalità da un decennio a questa parte, rispettivamente di 10 e 560 rispetto alla media di 31 e 714. Per quanto magra è pur sempre una consolazione.

Un ultimo dato: nel 2015 le compagnie aeree mondiali hanno trasportato oltre 3,6 miliardi di passeggeri per un totale di 34 milioni di voli.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *