Come dormire sui voli a lungo raggio.

sleeping-plane_300Volare è spesso un piacere, ma quando si sommano ininterrotte le lunghe ore di un volo transcontinentale meglio sarebbe riuscire a chiudere occhio, eccovi qualche consiglio per rendere meno faticoso il viaggio attraverso diversi fusi orari e per recuperare in fretta il ritmo una volta a terra.

1 – Controtendenza con il titolo di questo post il primo consiglio è: se il vostro volo è di giorno cercate di non dormire per non fare impazzire il vostro orologio biologico. Lo so, è difficile soprattutto se dopo il pasto si spengono le luci e abbassano le tendine, e i vostri compagni di viaggio chiudono gli occhi. Prendete un libro che vi interessi, guardate un film d’azione, insomma risparmiatevi le ore di sonno per la notte.

2 – Ma quale notte, quella del luogo di partenza o di arrivo? Ma quella del luogo di arrivo, stella! Perché perdere tempo trascinandoci il jet-lag una volta giunti a destinazione?! Appena decollati sincronizzate l’orogologio sull’ora di arrivo e mantenete tutti i vostri rituali, anche i pasti, sempre che ci riusciate, l’ora di dormire, di lavarvi i denti e prendere le medicine, se ne prendete.

3 – Ovvio: al momento di dormire cercate di stare comodi. Se non vi potete permettere la premium economy o la business, per non parlare della prima classe, fornitevi di tappi per le orecchie, un bel collare confortevole e una mascherina. Non fate conto solo su quelli che vi darà la compagnia aerea, sempre che ve li dia, portarseli da casa crea un senso di rilassatezza maggiore.

4 – Splendido sarebbe chiudere gli occhi al decollo ed aprirli poco prima dell’atterraggio, e magari fare pure un bel sogno, ma in volo ci posso essere molte interruzioni, per cui non sperate di fare un sonno continuato. Puntate piuttosto a 90 minuti, il tempo ideale per godere anche di una fase REM. Dormire di più e venire interrotti a metà ciclo non vi farà più riposati, tutt’altro, bensì più intontiti.

5 – Alimentazione. Bevete acqua per mantenervi idratati, evitate gli alcolici e, come fossero il demonio, gli zuccheri che non conciliano il sonno, quindi no a dolci, dolcetti e bevande gasate.

Se siete riuscite a dormire buon per voi, ma se proprio non ci riuscite ecco altri suggerimenti su come sopravvivere ai voli a lungo raggio. La prima parte qui, e la seconda qui.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *