Il nuovo brand di LATAM.

Airbus A350 in volo sulla Cordillera Andina

Airbus A350 in volo sulla Cordillera Andina

Dopo quasi un anno dalla presentazione del nuovo simbolo e dei nuovi colori LATAM, nata dalla fusione della cilena Lan con la brasiliana TAM (leggi qui), ha presentato all’inizio di maggio anche la nuova livrea.

Il primo velivolo a solcare i cieli con il nuovo brand è stato un Boeing 767 che ha operato sulla rotta Ginevra – Rio de Janeiro – Brasilia per portare la fiamma olimpica nel Paese, il Brasile, che quest’estate ospiterà i Giochi. La compagnia è il carrier ufficiale di Rio2016.

50 aerei verranno ridipinti nel corso di quest’anno, mentre il processo per il totale della flotta, circa 310 tra velivoli passeggeri e cargo, verrà completato entro il 2018.

Ci vogliono circa 6 giorni per ridipingere un apparecchio, i primi 2 per togliere la vernice precedente e i successivi 4 per stendere gli strati di vernice nuova. Le operazioni vengono compiute durante le normali routine di mantenimento per diminuire i tempi di non operatività. Il processo adottato da LATAM, indicato come Clearcoat tecnology, consente una maggiore durata del rivestimento alle temperature estreme e agli stress aerodinamici. Per ridipingere un Boeing 787, ad esempio, sono necessari 300 litri di pittura e 150 litri di Clearcoat, con una riduzione di peso complessivo di circa 20kg per unità rispetto ad un procedimento tradizionale. Sull’intera flotta questo si tradurrà in un taglio per 3900 tonnellate annue di CO2 emesso.

Contemporaneamente al cambio di livrea la compagnia cambierà il look dei banchi di check-in, delle lounge, delle uniformi del personale di bordo, di terra e di tutto il suo staff.

La ciliegina sulla torta di tutto il processo è una pagina web, www.latam.com, con nuova grafica, colori e in 6 lingue.

Il nuovo brand è senza dubbio fresco e innovativo. Indaco e corallo sono colori inusuali, probabilmente intesi come evoluzione del blu e rosso che contraddistinguevano Lan e TAM prima della fusione. Il nastro che avvolge la coda e parte della fusoliera manca però di dinamicità, ed è comunque avvolto controvento. I brand delle due compagnie, quando separate, erano più forti e immediatamente identificabili, soprattutto la coda di Lan con la splendida Stella del Sud bianca in campo blu.

Forse è solo una questione di abitudine, ma per un continente che fa dei colori vivaci e del calore umano il suo punto di forza, e di una compagnia che si prefigge di diventare l’eccellenza per il Sud America, l’occasione di un rebranding poteva essere sfruttata in modo più gioioso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *