Come scegliere un programma di frequent flyer.

 

frequent-flyer-cardsA volte è difficile essere fedeli, ma alla lunga lo sforzo è ricambiato in vantaggi. Quando si cerca un volo e la scelta è motivata principalmente dal prezzo, può capitare di volare con compagnie diverse tutte le volte, e in questo caso le miglia dove si accumulano? Non si accumulano, si disperdono!

Male, male. Non è solo una questione di voli gratuiti, ma anche di status: con i livelli superiori si accede a diversi benefit, ad esempio si evitano le code al check-in e le restrizioni sui bagagli o, come d’incanto, si aprono nella seats map i posti migliori.

Le compagnie tendono a coccolare i frequent flyers ma devono poterli riconoscere, ecco perché è importante volare all’interno dello stesso gruppo di vettori.

Le alleanze Oneworld, SkyTeam e Star Alliance si dividono il mercato mondiale. Vanno poi considerati i code share trasversali, quegli accordi tra compagnie di alleanze diverse che permettono di accumulare e spendere miglia sui loro voli.

La qualità di servizio tra le compagnie è premiata e universalmente riconosciuta, ma se non viviamo a Singapore o ad Abu Dhabi, rispettivamente hub di Singapore Airlines e Etihad Airways, ha poco senso inscriversi al Kris Club o all’Etihad Guest per accumulare miglia. Vale forse la pena farlo se decidiamo di volare sempre con i membri di Star Alliance, nel primo caso, e sulla compagnia stessa e le tratte in code share nel secondo (tra i code share è presente pure Alitalia). Per quest’ultima eventualità va però considerato che il code share si applica esclusivamente su alcune tratte, non su tutto il network delle compagnie.

Superando le preferenze di bandiera e le affezioni personali, la scelta sicuramente più oculata è quella di iscriversi al programma di frequent flyer della singola compagnia che meglio serve il proprio aeroporto di riferimento.

Il ventaglio di offerte sarà più ampio e mirato alle vostre esigenze, rispetto a quello offerto da una compagnia, anche se associata, con l’hub sull’altro lato del pianeta.

Altro discorso merita la durata temporale delle miglia. Lo potete leggere qui.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *