Emirates si prepara a stappare le migliori bottiglie.

EK wines

Acqua e bibite gassate saranno sempre disponibili a bordo di Emirates EK, ma pure i migliori champagne quali il Dom Perignon del 2004, vini italiani come il Chianti Siepi del Castello di Fonterutoli del 2008, vini francesi come quelli dai castelli Lafite, Margaux o Latour, vini da meditazione quali il porto Sandeman Tawny invecchiato 40 anni o il sauterne Château Guiraud del 2002, oltre preziosi vini californiani, tedeschi, australiani e neozelandesi.

La compagnia emiratina annuncia di avere investito oltre 500 milioni di dollari nel proprio wine programme per procurarsi le migliori bottiglie, e a volte il vino ancora prima che sia imbottigliato, sino a una decade antecedente al momento nel quale verrà consumato.

Alcuni vini non saranno pronti prima del 2020, mentre il grosso delle bottiglie, quasi 1 milione e 200 mila pezzi, riposano nella cantina di Emirates in Borgogna.

La programmazione è tutto per Sir Tim Clark presidente di EK: “come conosciamo la composizione della nostra flotta e quali velivoli voleremo su una specifica destinazione da oggi sino a 4 anni nel futuro, così sappiamo che vini serviremo”.

Emirates ha recentemente vinto i Cellars in the Sky Awards di Business Traveller per la categoria Migliore rosso e, in business class, Migliore vino da dessert, piazzandosi però poi seconda nella categoria della Migliore cantina. La prestigiosa medaglia d’oro è andata a Qantas QF, partner di Emirates sulla Kangaroo Route.

In alto i calici, quindi, ma non per tutti, le grandi etichette sono riservate alla prima e business class, e a volte solo su rotte specifiche se è vero che il Dom Perignon del 2003 ho volato occasionalmente ed esclusivamente in prima classe a bordo degli Airbus A380 verso San Francisco SFO e Houston HOU. La selezione dei vini per la economy class è pure di alto livello, mentre gli champagne sono serviti con un extra di prezzo.

Se giù volete sapere cosa berrete a bordo, o siete spinti da pura curiosità, eccovi il link alla carta dei vini di Emirates, dove potrete fare ricerca per numero di volo e data. Questo, invece, è il link ai menù. (In entrambi i casi per cambiare la lingua, sulla pagina di EK non su quella di fammivolare, scegliete l’opzione in alto a destra.)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *