Classica Plus Alitalia, vale la pena?

AZ classica plusGuest post di Vola Alto, blogger di Area Transiti.

Vale la pena spendere soldi, o miglia, in più rispetto all’economy per avere un posto in Classica Plus, la premium economy class di Alitalia? La risposta per me è si. Ma è una risposta molto soggettiva e dipende da tanti fattori. Vi racconto la mia esperienza.

Parto da lontano. Sono alto più di 1.90m, e oggettivamente in economy sto scomodissimo, perché non ho spazio per le gambe. Da giovane, pur di viaggiare, affrontavo voli anche lunghissimi senza battere ciglio. Col passare degli anni la mia tolleranza alla scomodità dell’economy è progressivamente diminuita. In primo luogo perché la economy class di quando ero giovane (anni ’80 – ’90) non è quella di adesso: il numero di posti che le linee aeree comprimono negli stessi aerei è diventato molto più alto, i sedili molto più stretti e i servizi di bordo, come il cibo, molto più scadenti. In secondo luogo, perché 10 ore con le ginocchia piegate a 20 anni sono un conto, a 40 sono ben altro. Infine, col passare degli anni, mi si è ormai radicata una mentalità da lavoro – guadagno – pago – pretendo, cioè lavoro come un matto tutto l’anno, quando vado in vacanza voglio stare comodo! Morale: per i viaggi brevi, entro le tre ore, va bene anche la economy. Oltre, per favore, datemi un posto in business e una tovaglietta riscaldata per pulirmi le mani quando mi accomodo in poltrona …

Questo è il principio. In pratica però, non è che posso ogni volta spendere più di 1.500 euro per un volo, anzi 3.000 perché viaggio con la mia dolce metà. Quindi è con profonda tristezza e inquietudine che per una recente vacanzetta di qualche giorno ad Abu Dhabi, ho preso due posti A/R sul diretto Roma FCO – Abu Dhabi AUH in economy. I biglietti li ho presi con le miglia: 125 euro di tasse + 60.000 miglia a persona, un furto, ma era una prenotazione abbastanza last minute. Inutile dire che i biglietti premio in business non erano disponibili, malgrado la business fosse libera per oltre il 50% dei posti sia all’andata, sia al ritorno (ma di questo vi ho già scritto qui).

Nota a margine: prima di partire Alitalia mi ha mandato una mail invitandomi a fare il check in online, ma il check in sui voli per Abu Dhabi si può fare solo in aeroporto: un coordinamento perfetto.

Al check in a Fiumicino, banco SkyPriority, essendo io tesseratissimo, ho trovato un impiegato di Alitalia molto gentile, cosa rara. Sono riuscito a prendere due posti extra confort sull’A330, in prossimità all’uscita d’emergenza, quindi senza altri sedili davanti. Il mio era gratis, sempre perché sono tesseratissimo, quello della mia compagna l’ho pagato 60 euro. Poi rassegnato comunque alla scomodità per 6 ore overnight, alla modica cifra di 19 euro mi sono anche comprato uno di quei cuscini da collo. Morale: non ho dormito, ma il viaggio è stato comunque tollerabile.

Al ritorno, volo delle 8.30 Abu Dhabi AUH – Roma FCO, ci presentiamo per tempo al check in. Lì c’è un funzionario italiano, un po’ sovrappeso, che armeggia con vari fogli tra impiegati, stranieri, con lo sguardo perso e passeggeri spaesati: l’economica è in overbooking. Offre albergo e rimborso spese ad alcuni, ne sistema altri nelle classi superiori. Metto gli occhi su un foglio poggiato davanti all’addetto del banco SkyPriority, su cui sono stampati due elenchi di nominativi con numero di biglietto e altri dati. Sul primo elenco c’è scritto: “upgrade to Magnifica if necessary”, e presumo siano i frequent flyer di livello “Freccia Alata Plus”. Sul secondo, solo: “upgrade if necessary”. Io, essendo Freccia Alata semplice, sono nel secondo elenco: ci hanno “upgradato” alla Classica Plus. Alè.

A bordo dell’aereo, secondo giro di trattative, con più persone erroneamente assegnate allo stesso posto, e coppie separate in classi di viaggio diverse. Dopo un po’ di trambusto, alcuni conquistano l’agognata business, e tutti si sistemano. Arrivo al dunque: la Classica Plus.

Pro: il più importante è che lo spazio per le gambe e la reclinabilità del sedile sono molto più ampi dell’economy classica. Il sedile non è ovviamente come quello della business, ma comunque garantisce un certo comfort. Ricorda un po’ la prima classe dell’eurostar, per capirci. Su ciascuna fila ci sono sette sedili (disposizione 2-3-2), contro gli otto (2-4-2) dell’economica. E lo spazio aggiuntivo è redistribuito tra tutti. Su un volo lungo, rispetto a viaggiare in economy, c’è davvero una bella differenza. Altri piccole cose: all’imbarco vengono distribuiti i giornali, una bibita di benvenuto, la trousse completa, e la salvietta “tipo business” per rinfrescarsi. Il sistema di flight entertainment ha lo schermo più grande di quello dell’economy. I passeggeri della Classica Plus, infine, usano i bagni della business, meno “popolati” di quelli dell’economica e quindi meno drammatici da frequentare.

Contro: con mio grande rammarico ho scoperto che il cibo servito in Classica Plus è uguale a quello dell’economy, cioè immangiabile. Inoltre, per chi, come me, non dorme facilmente se non nel proprio letto, è comunque impossibile prendere sonno. Il più grosso punto negativo, però, è il costo: la Classica Plus è di solito venduta a un prezzo a mio modo di vedere eccessivamente alto rispetto all’economy normale e troppo vicino al prezzo della business, Magnifica. Se ti puoi permettere la Classica Plus, è probabile che ti possa permettere anche la Magnifica. E onestamente non c’è paragone.

Morale: sono molto contento di aver trascorso sei ore in Classica Plus anziché in economy. Esserci finito a scrocco grazie all’upgrade, con un biglietto preso in economica e pagato con le miglia, ha raddoppiato la soddisfazione e il gusto con cui ogni tanto mi giravo ad osservare la plebe ammassata alle mie spalle. Se mi dovesse capitare in futuro di poter prendere la Plus a un prezzo decente, la prenderei di corsa.

Altri post sulla premium economy class.

2 comments for “Classica Plus Alitalia, vale la pena?

  1. July 24, 2014 at 9:40 am

    La Classica Plus conviene più per le miglia che per altro, il rapporto qualità/prezzo non regge e alcune volte mi è capitato, girando sul sito, di trovare tariffe in Magnifica inferiori alla Classica Plus o con una differenza <100€.

    Non a caso, infatti, i riempimenti della Classica Plus non sono ottimali, dato che spessissimo gli aerei partono con una Y+ riempita a meno del 50% anche in alta stagione. Ora, le miglia guadagnabili con la Y+ sono passate dal 200% del migliaggio base del volo per la tariffa A al 150%, un motivo in più per optare per la Business.

    Ho notato che i prezzi si sono abbassati un po', ma non sono ancora sufficienti. Per far "decollare" la Classica Plus devono a) abbassare ulteriormente i prezzi e/o b) migliorare il servizio.

    • michelemolinari
      July 24, 2014 at 9:46 am

      Concordo, a volte la differenza di prezzo tra la Classica Plus e la Business è tale da giustificare una spesa aggiuntiva.
      Per migliorare il servizio basterebbe poco … i pasti non di economy, i bagni non di economy …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *