La buona strada di Alitalia.

AZ new

Un passo alla volta Alitalia sembra sulla buona strada per uscire dal pantano che l’ha contraddistinta negli ultimi decenni: si riducono i debiti e aumentano voli e destinazioni.

I primi nove mesi dell’anno in corso si sono chiusi con una perdita di 92 milioni di euro, in riduzione rispetto al rosso di 130 milioni del primo semestre. Si confermano però le previsioni del piano industriale che prevedono nel 2015 una perdita di 203 milioni, 550mila euro al giorno, contro i quasi 600 milioni, 1,6 milioni al giorno, del 2014. Se il piano viene rispettato, e tutti se lo augurano, il profitto verrà raggiunto nel 2017.

I tagli agli sprechi non hanno influenzato i miglioramenti messi in cantiere sia a bordo che a terra, leggi qui, oltre all’incremento del numero di voli. Nella stagione invernale che terminerà il 26 marzo 2016, infatti, l’orario di Alitalia prevede di offrire più di 3800 voli settimanali, 100 in più rispetto allo scorso anno, per 125 rotte su 80 destinazioni, 27 nazionali e 53 internazionali.

Verso la Germania sono stati aggiunti voli su Berlino TXL e Francoforte FRA da Milano LIN, ed inaugurato il nuovo collegamento diretto Venezia VCE – Dusseldorf DUS. Sul medio raggio sono aumentate le frequenze su Copenhagen CPH, Ginevra GVA, Madrid MAD e Il Cairo CAI da Roma FCO, e su Tirana TIA e Algieri ALG da Milano MXP.

Sul lungo raggio sono incrementati i voli su Seoul ICN e Miami MIA da Roma FCO, oltre alle connessioni da Roma FCO, Milano MXP e Venezia VCE verso Abu Dhabi AUH. I nuovi voli permettono connessioni più veloci con il network di Etihad verso Oriente, il Sub continente Indiano e l’Australia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *